ne hanno fatti di passi

Posted on : 7 novembre 2016
Views : 149
  
Embed CodeIframe

Domenica 23 ottobre è stato presentato il film prodotto, diretto e sceneggiato da associazione aquario 2012 sulla tradizione calzaturiera del paese di Gargallo, nel novarese.

“Ne hanno fatti di passi …i calzolai di Gargallo” è un lungometraggio che attraverso le vicende di una famiglia ripercorre la storia del lavoro artigianale dei ciabattini e delle industrie calzaturiere gargallesi dal boom degli anni ’70, fino alla crisi dei giorni nostri.

Gli imprenditori di Gargallo producevano in proprio e smerciavano le scarpe sui mercati della provincia di Novara, del Biellese e del Varesotto. I calzolai più esperti lavoravano al proprio deschetto a domicilio. D’estate le strade di Gargallo si popolavano di deschetti e in ogni famiglia era presente almeno un calzolaio o una macchina per orlare le scarpe, lavoro a cui si dedicavano le donne.

Il film è nato dal felice incontro tra il presidente del Gruppo Ecologico Gargallese Carlo Baroli che da anni aveva questo sogno nel cassetto, l’associazione “Controvento”, gli enti locali e l’associazione aquario 2012 che ha saputo tradurre l’idea in realtà. Si tratta di un film sociale perché scaturito dalla volontà dei cittadini e con essi realizzato: il cast è infatti completamente costituito da attori non professionisti, cioè dagli abitanti di Gargallo che si sono cimentati nella recitazione. Tutti hanno voluto partecipare anche con una piccola parte, mettendo a disposizione persino le loro abitazioni. Oltre centoventi gargallesi, dai grandi ai piccoli, dai singoli protagonisti alle scolaresche, dall’anziano artigiano ai giovani imprenditori calzaturieri, fino al più storico industriale tuttora rimasto, hanno composto il puzzle di questo lungometraggio.

Importanti anche le collaborazioni nate tra alcune associazioni del territorio: l’associazione musicale La Sesta Corda che ha composto il tema “Step by Step”, la voce narrante dell’attore Domenico Brioschi dell’associazione culturale La Finestra sul Lago e l’archivio iconografico di “Accendiamo la Memoria”.

Le riprese sono iniziate ad aprile di quest’anno e si sono concluse nel mese di ottobre, poco prima della proiezione nel giorno di San Crispino, patrono di Gargallo e protettore dei calzolai.

La prima visione è stata presentata ai cittadini in contemporanea sia nella sala parrocchiale che nella sala consiliare, tanta era la affluenza di pubblico: in totale circa 500 persone hanno assistito all’evento e al termine la commozione e la riconoscenza dei gargallesi ha ricompensato tutte le difficoltà incontrate in questa avventura. E’ stato un vero successo.

Si vuole ora far conoscere la storia e la realtà di Gargallo anche fuori paese, portando il film in altri luoghi. Il primo appuntamento sarà martedì 29 novembre presso l’associazione “Isole nella Corrente” ad Alzo di Pella, sopra il lago d’Orta.

Lascia un commento